In libreria

Segnaliamo alcune recenti pubblicazioni utili, ricordando che sono disponibili presso le migliori librerie cattoliche. Questo servizio intende essere solo informativo, senza alcuna pretesa di recensione critica. Clicca qui se vuoi guardare le segnalazioni precedenti.

   
Lucio Coco
La lettura spirituale.
Scrittori cristiani tra Medioevo ed età moderna
Edizioni Sylvestre Bonnard, Milano 2005
376 pagine - euro 35,00


Un arsenale, un'urna, un dispensario di medicinali, un tesoro, una fonte: queste alcune delle metafore usate dai Padri della Chiesa per definire il libro, che Jahiz, un sapiente arabo del IX secolo paragonava a "un giardino che si porta in una manica, un frutteto disposto su una tavoletta, a un essere che parla al posto dei morti e che funge da interprete per i vivi, a un amico". E il vescovo Richard de Bury, dopo aver evocato miniere, pozzi, campi di grano, mammelle turgide, anfore e fiaccole, conclude dicendo che i libri racchiudono in sé il mondo. Non stupisce che un oggetto così particolare abbia suggerito pagine di alta spiritualità, raccolte in questa antologia di testi di autori spirituali tra Medioevo e età moderna sul tema del libro e della lettura.
Gli autori antologizzati sono David d'Augusta, Bernard de Besse, Humbert de Romans, Anonimo dello Speculum inclusorum, Gerhard Zerbolt, Jean Gerson, Giovanni da Spira, Jean Mauburne, Giovanni Tritemio, Garcia Jimenez de Cisneros, Luis de Granada, Bartolomeo Ricci, Alonso Rodriguez, Giulio Negroni.
   
 
Daris Schiopetto
"Va' e ripara la mia casa...". Lettura spirituale dell'itinerario vocazionale di Francesco d'Assisi
L.I.E.F., Vicenza 2005
224 pagine - euro 15,00


Il presente lavoro è stato pensato per vivere con maggior intensità l'anniversario dell'incontro di Francesco con il Crocifisso di San Damiano che verrà celebrato a partire da settembre 2005. Mediante un serio confronto con le Fonti e servendosi di un linguaggio nuovo e attuale, il testo propone l'analisi del cammino vocazionale di Francesco di Assisi che ha come punto centrale l'incontro a San Damiano. Successivamente a questa parte centrale, transitando attraverso l'amore del Poverello per la Croce e la Passione di Gesù che ne caratterizzò tutta la vita, come ultimo momento si prende in considerazione il ritorno del Crocifisso mediante la visione del Serafino ardente e l'impressione delle stimmate sul monte La Verna. In queste pagine Francesco si rivela più attuale che mai e per nulla diverso dai giovani di oggi, capace di rivelare anche a noi che amare Cristo significa seguirlo senza mezze misure o compromessi vari. Il giovane di Assisi oltre a insegnarci che la santità è la meta naturale di ogni vissuto cristiano, ci rammenta che oggi più che mai come cristiani dobbiamo vivere il quotidiano illuminati dalal luce di Cristo.
   
 
Tomas Spidlik
Anima di pellegrino.
Conversazioni con Jan Paulas
Gribaudi, Milano 2005
272 pagine - euro 13,90


Il pellegrino apprezza le cose e le persone nel momento in cui le incontra. Nel frastuono del mondo è sempre più pressante il bisogno di comprendere il proprio significato spirituale, il desiderio di santità e di unione con Cristo. "Anima di pellegrino" è l'anima del gesuita Padre Tomas Spidlik che, in questo suo libro-intervista in cui ripercorre la sua ricchissima vita, riesce a trasmettere al lettore la sua traboccante voglia di vivere e il suo umorismo davvero contagioso. Il suo elisir di giovinezza altro non è che viva fede, che si riflette concretamente nella sua vita come ascesi, preghiera e lavoro. La sua spiritualità non è arido moralismo, ma arte di vivere con l'ispirazione dello Spirito, le cui parole sono fresche fino ai giorni nostri.
   
 
Charles André Bernard
Teologia mistica
a cura di M.G. Muzj
San Paolo, Milano 2005
288 pagine - euro 28,00


Questa Teologia mistica, concepita da p. Charles André Bernard secondo un unico progetto insieme ai tre volumi del Dio dei mistici, ne abbandona però decisamente l'andamento fenomenologico e si presenta come un trattato di teologia della vita mistica cristiana, paragonabile in questo senso alla Teologia spirituale.
Pubblicata postuma, si presenta come il frutto finale della frequentazione ininterrotta dei mistici cristiani e di un'esperienza altrettanto continua di direzione spirituale: consapevole della complessità delle problematiche in gioco nonche delle esigenze di uno studio necessariamente interdisciplinare, l'Autore è convinto che per parlare di mistica non si possa partire da una teoria generale dell'esperienza mistica, impossibile da formulare, ne da una definizione previa della mistica avente valore normativo, ma si debba accettare il primato del dato esperienziale connesso con il carattere dinamico della vita mistica.
Vengono presi in considerazione e discussi gli studi più recenti sulla mistica (dom Stolz, Marechal, Bouyer, Mouroux...); inoltre, pur limitando esplicitamente il suo studio "alla mistica riconosciuta nella Chiesa cattolica", l'Autore fa numerosi riferimenti illuminanti all'Oriente cristiano e alle mistiche non-cristiane.
   
aa
 
Pablo Beneito
L'Arca della Creazione.
Il motivo del Markab nel sufismo
pres. e trad. di A. De Luca
Simmetria, Roma 2005
62 pagine - euro 14,00


Ogni tradizione anela al proprio Centro, ma l'aggettivo "proprio" rischia di essere un velo per chi creda che esista, in assoluto, solo il suo Centro. Quest'ultimo, invece, è simile ad un Prisma ed in quanto tale è avulso da qualsiasi tentativo che tenda a defimirLo solo da una certa angolatura, la sua. All'opposto di questo conato, si muove la via apofatica, che è bene ricordare essere sempre e solo un mezzo e mai il fine del sentiero verso il Centro ("Non abbiamo mezzi per considerare che cosa è Dio, ma piuttosto cosa non è" - S. Tommaso, Sum. Theol., I.3.1). Con queste premesse, meditate ed umilmente vissute, si ritiene che non sia obbligatorio "convertirsi" oppure "abbracciare" altre tradizioni per poter raggiungere il Centro-Prisma. "Arrivare o essere nel Centro" significa cogliere la verità di tutte le tradizioni, o meglio essere per quest'ultime "l'arca della salvezza". Del resto lo stesso Profetta Muhammad ebbe a dire che "Le vie verso Dio sono numerose quanto i respiri delle creature".
Il Sufismo, nome convenzionale per indicare la via mystica islamica, è quindi uno dei colori della "tunica multicolore" del Centro ed è essenzialmente unito alle vie attuative dello Spirito delle altre tradizioni, anche se nell'aspetto formale ha i caratteri dell'Islam. Quanto detto non ha intenzione alcuna di proporre equivalenze inter-tradizionali, bensì individuare un referente trans-tradizionale, di cui rispettare le doverose differenze.
   
 
Andrey Smirnov
La Filosofia Mistica e la ricerca della Verità
pres. e trad. di A. De Luca
Simmetria, Roma 2005
142 pagine - euro 18,00


La verità, secondo l'autore viene indagata dalle varie "mistiche" che l'hanno elaborata fino a spingersi al suo punto più profondo. Il messaggio di questo libro nasce dal confronto fra alcuni mistici d'oriente e d'occidente (il più stimolante è forse quello fra Nicola da Cusa e Ibn' Arabi) tenendo molto seriamente conto di quelle differenze irriducibili che non si lasciano ingabbiare dalla generalizzazione della glopalizzazione.
La locuzione "filosofia mistica" è certamente inusuale in Italia e ancora di più per chi ritiene che vi possa essere solo un'antitesi irriducibile tra questi due termini. Si potrebbe parlare di tensione tra "aristotelici" e "platonici", cosa che da tempo attraversa e lacera il mondo Occidentale, ma non sarebbe nemmeno questo un argomento valido per inquadrare pienamente il problema.
Forse prima di cercare di creare nuove visioni di un problema, che probabilmente non esiste, basterebbe ricordare che al tempo dei Padri in parte coevi a certi. autori islamici citati in questo libro, non sarebbe stato uno scandalo parlare di "filosofia mistica" mentre, dalla Scolastica a seguire fino ai nostri giorni, certe parole hanno iniziato, invece, a suscitare scandalo e riprovazione.
   
 
Valentina Dordolo
Il Mistico Silenzio di S. Serafino di Sarov

Simmetria, Roma 2004
72 pagine - euro 14,00


Queste pagine prendono origine dal desiderio di meditare intensamente un insegnamento di S. Serafino di Sarov: "Il silenzio dev'essere nel cuore e nel pensiero. È il silenzio che assicura all'anima i vari doni dello Spirito. Dalla solitudine e dal silenzio ci vengono pietà e dolcezza; quest'ultima agisce nel cuore umano come l'acqua di Siloe che rappacificava e guariva".
Riflettere sul silenzio è, in realtà, riflettere su un autentico mistero. È un mistero nel senso pieno del termine, poiché è qualcosa che ognuno di noi può sperimentare nella propria vita, in diversi momenti, da quelli segnati da una gioia ineffabile a quelli resi bui da un dolore inesprimibile, ma che, al contempo, non si può racchiudere in alcuna definizione. Affermare che il silenzio è assenza di parola, desiderio di raccoglimento, allontanamento dallo stordimento quotidiano o altro non è sbagliato, non va escluso a priori, ma non coglie la dynamis di questa dimensione nella sua pienezza.
L'autrice coglie l'insegnamento di Serafino di Sarov attraverso il suo celebre Colloquio con Motovilov, riportato in questo volume.
   
 
Rodolfo Venditti
Ascoltare l'assoluto.
Musica classica e annuncio cristiano
Effatà Editrice, Cantalupa (Torino) 2005
264 pagine - euro 10,00


Nella storia della musica classica sono numerosi i grandi autori di matrice cristiana (cattolici, ortodossi, luterani, anglicani) che hanno lasciato una grande eredità e allo stesso tempo è appassionante interrogarsi sulle problematiche di altri musicisti che credenti non sono stati o hanno avuto una vita di fede tormentata da dubbi o crisi. Queste pagine esprimono la ricerca, nelle musiche degli uni e degli altri, delle tracce della loro vita interiore, ottenendo risultati ricchi di contenuti umani e, in certi casi, di autentiche sorprese. È la verifica di come l'annuncio cristiano abbia fecondato profondamente la cultura e interpellato in maniera decisiva le grandi menti musicali degli ultimi secoli: Wolfgang Amadeus Mozart, Johann Sebastian Bach, Georg Friederich Handel, Franz Joseph Haydn, Ludwig van Beethoven, Franz Schubert, Felix Mendelssohn, Gustav Mahler, Olivier Messiaen.
   
 
Il'ja Semenenko-Basin
Eternamente fiorisce.
I nuovi santi della Chiesa ortodossa russa
La Casa di Matriona, Milano 2005
248 pagine - euro 12,00


Guardare l'ortodossia russa attraverso il volto dei suoi santi è un modo di raccogliere l'invito di Giovanni Paolo II: "Che anche i figli della Chiesa cattolica di tradizione latina possano conoscere la pienezza di questo tesoro" (Orientale lumen). Ma ancor oggi conosciamo poco questi santi, soprattutto i santi moderni, tra i quali si trova la sterminata assemblea dei nuovi martiri. Di qui l'interesse di un libro sui santi canonizzati dalla Chiesa ortodossa russa nel secolo scorso. Nel '900 non è stato facile per la Chiesa di Mosca procedere alle canonizzazioni: vi si opponevano da una parte le persecuzioni, gli scismi e l'impossibilità di ammettere il fatto del martirio; dall'altra l'incertezza dei criteri da usare, sempre in bilico tra l'antico uso delle "canonizzazioni popolari" e le moderne indagini conoscitive.
Il lavoro di Semenenko-Basin mette ordine in questi due aspetti fondamentali, offrendo in più le biografie dei nuovi santi e gli elenchi completi delle canonizzazioni.
   
 
Anna Maria Rapetti
Monachesimo medievale.
Uomini, donne e istituzioni

Marsilio, Venezia 2005
176 pagine - euro 18,00


I monaci medievali - in particolare i monaci cistercensi e certosini - riuscirono a permeare di sé, dei propri valori e della propria presenza campagne e città, raggiungendo tra XII e XIII secolo risultati quantitativamente e qualitativamente straordinari. Il libro prende in esame i meccanismi che spiegano il "successo" anche materiale di queste comunità, che manifestarono una notevole capacità organizzativa in tutti gli aspetti della vita comune. Di questi meccanismi il volume considera elemento fondamentale la produzione, in un clima di grande sperimentalità, di norme e istituzioni interne capaci di assicurare la crescita e la continuità nel tempo e di modificarsi al mutare delle condizioni esterne.
I monaci si dimostrarono spesso particolarmente abili nell'organizzare efficacemente gruppi umani e proprietà fondiarie, mettendo a frutto la propria esperienza di uomini che portavano con se, quando entravano nel chiostro, una dote immateriale fatta di legami parentali, conoscenza del mondo e della società, attitudine al comando e, appunto, capacità organizzative.
   
 
Ignacio Larrañaga
La Rosa e il Fuoco.
Autobiografia spirituale

Messaggero, Padova 2005
160 pagine - euro 9,00


Questo libro è un'autobiografia spirituale di padre Ignacio Larrañaga dedicata in particolar modo alle guide e ai partecipanti dei Talleres de oración y vida (TOV o Laboratori di preghiera e vita) affinche possano scoprire le radici di questa spiritualità.
Dio Padre, Gesù di Nazaret, Francesco d'Assisi, Giovanni della Croce, il silenzio, la pace, la preghiera, il deserto sono i cardini che hanno segnato la traiettoria spirituale e di vita di padre Larrañaga.
   
 
Michel Rondet
Ascoltare le parole di Dio.
Le strade dell'avventura spirituale
Messaggero, Padova 2005
192 pagine - euro 12,80


Scoprire e descrivere "le strade dell'avventura spirituale", questo è l'intento dell'autore. Il percorso si snoda in quattro tappe. La prima si sofferma sulla realtà odierna tra le proposte New Age, le esperienze di incontro e sincretismo di varie tradizioni e religioni, l'istinto del nichilismo (come pregare dopo Auschwitz?). La seconda tappa cerca di riscoprire i tratti originali della preghiera cristiana. il terzo momento è dedicato al discernimento sia livello di vocazione personale, sia nel contesto della vita della chiesa.
Infine, la quarta tappa descrive il punto di arrivo del cammino spirituale cristiano nel "cuore della Trinità". La vera guida in questo cammino è l'ascolto della Parola, che si rivela a noi attraverso le tante parole della vita di oggi: saperle ascoltare, cogliendo in esse il suono originario e unico del verbo, è la massima sapienza.
 
2011
2012
2013
2008
2009
2010
2005
2006
2007
2002
2003
2004